Loading...

Una giornata per la gioventù

Aspettando la sfilata dell’11 febbraio 2019

Domani in tutto il Camerun si festeggerà la 53a edizione della Festa della Gioventù. Si tratta di una giornata fortemente sentita e vissuta in tutta la nazione, a tutti i livelli del sistema educativo e non solo.

Le attività commemorative sono state lanciate ufficialmente lo scorso 1° febbraio e si concluderanno con le sfilate che si terranno nelle varie cittadine dell’intero Stato il giorno 11 febbraio.

Centinaia e migliaia di studenti di tutte le età si presenteranno in divisa, accompaganti dai loro insegnanti, per marciare fieri. La giornata sarà aperta dal discorso ufficiale del Presidente del Camerun, Paul BIYA. Dopo la sfilata, gli studenti presenteranno balletti e canti a tema, appresi per l’occasione.

Un duplice scopo

  • Esibire e divulgare quanto appreso a scuola.

  • Dare voce ai più piccoli, permettendo loro di esprimere i problemi vissuti da bambini e giovani nella società.

Un tema di dibattito in tutta la nazione

Il tema che ha fatto da cappello alle riflessioni dell’edizione 2019 è stato «Gioventù, grandi opportunità e partecipazione alla costruzione di un Camerun in pace, stabile ed emergente».

Dopo gli episodi di terrorismo che hanno sconvolto l’assetto socio-economico del Grande Nord del Paese (Adamaoua, Nord ed Estremo Nord), il Camerun continua tutt’ora a vivere forti tensioni e scontri armati, in particolare nella zona anglofona nelle regioni del Nord-Ovest e dell’Ovest. Gli argomenti proposti offrono quindi molti spunti di scambio e studio, in particolare alla gioventù, che si prepara ad essere parte fondante del futuro del Paese.

Tante iniziative per stare e crescere assieme

Le attività culturali promosse ovunque in occasione della giornata sono state diverse e hanno interessato gli studenti a tutti i livelli di istruzione.

A Mouda, che sarà sede ufficiale della sfilata per le scuole primarie, secondarie e professionali dei villaggi della zona, come di consueto sono stati organizzati tornei di calcio maschili e femminili che hanno visto disputarsi gli alunni delle diversi istituti.

Nella serata di domenica bambini e giovani parteciperanno ad una veglia culturale in cui i più coraggiosi potranno esprimere il loro talento artistico. Sarà importante non tralasciare di condurre gli spettatori a riflettere sulle problematiche affrontate costantemente dalla gioventù, in particolare in zona rurale.

Sperando che il sole di domani non picchi troppo forte, auguriamo a tutti una buona festa della gioventù!

11 febbraio: una gionata per riflettere sui diritti e i doveri della gioventù

JEUNESSE 2030
EDUCAZIONE
2019-02-10T14:55:35+00:00